History - Ceghedaccio | Official Website

#CEGHEBLOG
Vai ai contenuti

Menu principale:

CEGHEDACCIO STORY
Cos'è? Il nome  deriva dal ritornello della famosissima canzone DER KOMMISSAR di FALCO in vetta a tutte le classifiche europee nel 1982 che dice “Check it out Joe” ….....che suona proprio CE-GHE-DAC-CIO.
E' la festa più attesa e amata degli appassionati di musica anni Settanta e Ottanta caratterizzata da un format, decisamente vintage - gli orari, dalle nove e mezza di sera all'una e mezza,  in  una location, il padiglione 6 della Fiera di Udine,  allestita come una vera e propria discoteca d'altri tempi  con una enorme e scintillante mirror ball – che  ad ogni edizione riesce a far sprigionare una straordinaria energia coinvolgendo  tutto il pubblico grazie al ritmo della  intramontabile Disco Music.
Da un archivio di oltre ventimila dischi originali in vinile vengono selezionati e mixati i brani che costituiscono la colonna sonora della serata, emozionante e unica, ad ogni edizione. In poche ore potrete fare un vero e proprio viaggio musicale negli anni Settanta e Ottanta ballando i più grandi successi di sempre: Falco, Culture Club, Duran Duran, Silvester, Chic, A-Ha, Depeche Mode, Madonna, Donna Summer, Michael Jackson, Blondie, Wham, Immagination, Village People, Boney M., Bee Gees, Spandau Ballet, Queen, Rockets, Sister Sledge, Indeep, Martinelli sono solo alcuni dei protagonisti delle serate firmate Ceghedaccio.
Solo due sono gli appuntamenti annuali (aprile e ottobre) che attirano ogni volta migliaia di persone da tutto il Triveneto. Protagonista indiscusso, padre della manifestazione e storico disc-jockey è Renato Pontoni che riesce a rendere sempre ogni serata qualcosa di speciale, unico ed irripetibile, grazie alla sua energia e alla professionalità del suo staff oltre che al sostegno  delle aziende sponsor.  Ovviamente le novità non mancano: di edizione in edizione  scenografie e  allestimenti  all'avanguardia e sempre nuovi per rendere per rendere il CEGHEDACCIO uno spettacolo.....nello spettacolo!
La storia del Ceghedaccio: divertimento, rispetto, sicurezza e  piacere di stare insieme La manifestazione debutta nel 1993 nell’allora storica discoteca La Botte di Pradamano, passando poi in vari locali della Provincia di Udine sempre più capienti per ospitare un pubblico di volta in volta più numeroso, fino ad approdare, nel 2004, alla Fiera di Udine. Nel corso delle numerose edizioni il Ceghedaccio ha saputo consolidare  il suo successo, tanto da divenire un vero e proprio “fenomeno di costume”. E' così che nell’ottobre 2006 Renato Pontoni viene invitato dalla Facoltà di Scienze della Formazione e dal Dipartimento di Economia, Società e Territorio dell’Università degli Studi di Udine a partecipare ad un incontro per discutere con il pubblico “Lo stile Ceghedaccio” a cui hanno preso parte il Dott. Orioles del Dipartimento di Economia, Società e Territorio e il Dott. Falcone del Dipartimento di Storia e Tutela dei Beni Culturali dell’Università di Udine.
Una formula quella del Ceghedaccio che ha conquistato il cuore di migliaia di persone che ad ogni edizione trovano il piacere semplice dello stare insieme; un vero esempio di come la musica possa davvero esser un divertimento e un mezzo per diffondere la  cultura del piacere semplice e del rispetto di sè stessi e degli altri. Sempre più numerosi sono i giovani che vogliono sperimentare una serata in stile  Ceghedaccio rendendo così l'evento musicale  una vera e propria festa transgenerazionale, un autentico fenomeno di costume. E il pubblico dei Ceghediani, di anno in anno, cresce...  Le scelte musicali variano di anno in anno anche grazie ai suggerimenti degli spettatori che, attraverso le proprie canzoni preferite, possono contribuire personalmente alla selezione dei brani della serata e rendere così ancor più travolgente e coinvolgente la programmazione della serata. I successi degli anni '70/'80 riproposti e mixati dai vinili originali saranno arricchite da performance di band di livello nazionale che si esibiscono dal vivo. A mezzanotte ovviamente non possono mancare  i lenti,  imperdibile must anni 70/80.
Come arrivare...senza guidare? Il servizio pullman “BidibiBodibiBUS”, con la collaborazione di Alibus International, collegherà le principali località della Regione (con numerose fermate intermedie) direttamente con la Fiera di Udine. Il costo del biglietto A/R è di soli 10 €. Per usufruire del servizio è necessario prenotare. E’ possibile preacquistare il biglietto, evitando così la coda all'ingresso, allo stesso prezzo presso una delle svariate prevendite della Regione. Divertimento e sicurezza anche nel viaggio dunque. Per maggioro informazioni tel. 0432 508586 cell. 345 2655945 o via mail a info@ceghedaccio.com.
 
Cerca
Torna ai contenuti | Torna al menu